Archivi categoria: Progetti

progetti-surf4children-onlus

Surf 4 Cystic Fibrosis

Una delle grande novità di Surf4Children Onlus per il 2016 è l’ufficializzazione del progetto Surf4CysticFibrosis! In collaborazione con il centro di riferimento per la Fibrosi Cistica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e con OFFICIUM ONLUS, per tutta l’estate offriremo corsi di Surf gratuiti per i ragazzi/e con Fibrosi Cistica.

Ma perché Surf e Fibrosi Cistica?

Cosa determina la FC
Cosa determina la FC??

Per questo motivo, il mare può essere uno strumento utile e divertente…

Il mare può essere un'ottima terapia per i ragazzi con FC
Il mare può essere un’ottima terapia per i ragazzi con FC

Per questo proponiano un percorso all’insegna del Surf per ragazzi e ragazze con FC durante l’estate 2016.
Di seguito i dettagli del progetto Surf4CF

Il progetto Surf4CF
I dettagli del progetto Surf4CF

Indoor Surf Training for Special Needs

Per l’inverno 2015-2016, organizziamo giornate di preparazione psico-motoria per preparare al meglio i nostri super atleti per un’estate all’insegna del Surf.

 

“Indoor SURF-Training invernale”

presso AIPD-Roma Onlus

Via Fulcieri Paulucci de’ Calboli 54, 00195, Roma

Programma

Una domenica mattina al mese, ore 10:00 – 12:30 circa

Domenica 24/01/2016

Domenica 21/02/2016

Domenica 13/03/2016

Domenica 17/04/2016

Domenica 22/05/2016

 

Le giornate invernali sono aperte alle famiglie che sono già tesserate con Surf4Children Onlus e che hanno preso parte alle giornate estive del 2015.

Il corso di preparazione per l’estate, in considerazione degli spazi limitati a disposizione, è aperto ai ragazzi di età > 7 anni, o che in ogni caso possano restare da soli non accompagnati dai genitori.

Saranno sempre presenti almeno 2 volontari medici e 1 volontario non medico.

Durante le giornate si svolgeranno le seguenti attività:

  • Attività propriocettive finalizzate al surf
  • Attività statiche finalizzate al surf
  • Visione di filmati finalizzati al surf e all’amicizia
  • Attività grafiche finalizzate al surf e all’amicizia
  • Video-making finalizzato al surf e all’amicizia
  • Laboratorio di manipolazione

Note tecniche:

  • Responsabile (per qualunque info o comunicazione):
  • SI PREGA DI CONFERMARE LA PARTECIPAZIONE PER OGNI SINGOLA GIORNATA, in modo da poter organizzare il tutto al meglio
  • In caso di gruppi disomogenei per età, le attività verranno organizzate in modo da formare sottogruppi di età omogenee

Dalla seconda metà di Giugno 2016 inizieranno le giornate al mare di Surf4Children Onlus, che saranno aperte a tutte le nuove famiglie che vorranno partecipare.

una giornata di indoor Surf Training 4 Special Needs
una giornata di indoor Surf Training 4 Special Needs

 

Surf 4 … Special Needs

Surf4Children onlus propone corsi di surf gratuiti per bambini con bisogni speciali nell’ambito di un percorso di psicomotricità innovativo all’insegna del divertimento sia per i bambini/ragazzi che per le famiglie.

I corsi si svolgeranno presso stabilimenti del litorale laziale forniti di tutti i comfort necessari.

I bambini/ragazzi dovranno essere accompagnati da uno o più genitori/tutori; durante la lezione i genitori/tutori possono, a loro discrezione, seguire le lezioni con i figli oppure essere liberi di godersi un po’ di relax in spiaggia.

Le lezioni saranno svolte da istruttori di Surf riconosciuti a livello federale e personale medico e altri volontari saranno presenti durante tutta l’attività.

Disegno-Immagine-DEF-surf4specialneeds-surf4children-onlus-roma

Le lezioni avranno una durata di circa 90-120 minuti e si svolgeranno per una prima parte in spiaggia (verranno spiegati e insegnati i concetti basilari di sicurezza in acqua e i movimenti da mettere in atto per la pratica del surf) e per una seconda parte in acqua (accompagnati da istruttori e volontari, i bambini impareranno a remare in acqua sulla tavola da surf e verranno accompagnati durante le loro prime onde da veri surfisti!).

Ai bambini/ragazzi verranno forniti, in maniera gratuita finanziata dalla onlus e dai vari supporters, tavole da surf adeguate, licre/mute a seconda della stagione, istruttori professioni.

I bambini/ragazzi dovranno portare con se un costume a pantaloncino (possibilmente in vero stile surfistico), un paio di ciabatte, un asciugamano/accappatoio/poncho e crema solare (consigliata 50+), più eventuali farmaci ad uso personale.

Alle famiglie, sebbene il tutto venga svolto in assoluta sicurezza, viene richiesta solamente una spesa di circa 20 euro annuali per la copertura assicurativa valida per tutti i corsi ai quali le famiglie decideranno di partecipare durante l’anno solare.

L’iscrizione alla onlus, l’acquisto di magliette o materiale tecnico ed eventuali donazioni sono assolutamente facoltative e non necessarie per la partecipazione ai corsi.

Se vuoi sostentere questo progetto, puoi inviare una donazione al conto corrente Surf4Children onlus con oggetto “progetto special needs”; i ricavati verranno utilizzati per acquistare le migliori attrezzature dedicate a bambini/ragazzi e famiglie con ogni special need, per finanziare i corsi, per migliorare le strutture, etc.

IBAN: IT66E0530803800000000004553

Se sei interessato a partecipare clicca qui per scaricare il format, compilalo e poi invialo a info@surf4children.it

Special Needs Surf4Children Banzai Surf Club

Surf 4 … Hospital

Surf4Children onlus organizzerà durante le stagioni fredde giornate di intrattenimento a tema (mare – oceano – sport) per i bambini ricoverati in ospedale. Da settembre maggiori dettagli.

Contatti

Per info e partecipare agli eventi:           info@surf4children.it

Per contattare il presidente:                     presidente@surf4children.it

Per pratiche amministrative:                    amministrazione@surf4children.it

Per la segreteria e soci:                                 segreteria@surf4children.it

Per partecipare come volontario:           volontario@surf4children.it

Surf 4 … Sierra Leone

Surf 4 Sierra Leone

Italia - Sierra Leone
Italia – Sierra Leone

La Sierra Leone

La Sierra Leone è il paese con la mortalità materna più alta al mondo. Circa una mamma su 100 non riesce a sopravvivere alla nascita del suo bambino. In questo già di per se drammatico scenario, il virus EBOLA ha causato quasi 4.000 morti, l’ultimo dei casi solo a gennaio 2016.

Oltre alle perdite dirette causate dall’epidemia di Ebola (la più grave dalla scoperta  del virus), ci sono i danni collaterali, che in questa fase emergono con drammaticità e ci chiedono risposte adeguate.  Le vittime principali  sono gli ospedali e i centri di salute, chiusi per le pesanti perdite di personale sanitario e per la paura  del contagio, lasciando intere popolazioni prive di accesso ai servizi sanitari di base. Per tale motivo, il Sistema Sanitario Nazionale, così come in altri paesi poveri, prevede, nei villaggi più remoti, l’intervento dei Community Health Workers.

La sopravvivenza e la sicurezza delle donne e dei bambini in queste zone sprovviste di servizi sanitari di base ha imposto al governo di trovare sistemi alternativi, e sostenibili dal punto di vista economico, per collegare le famiglie e le comunità per le conoscenze, comportamenti e trattamenti che possono aiutare a sopravvivere, crescere e trasformare il mondo in cui vivono .

La soluzione è stata trovata nei cosiddetti Community Health Workers (CHW), donne o uomini nativi del posto, conoscenti della lingua e abitudini locali e forti della stima del villaggio (da cui vengono scelti), capaci di leggere e di scrivere, che vengono formati per la gestione di interventi sanitari di base che è possibile gestire al livello di comunità. Il loro ruolo è di vitale importanza nel rafforzare la salute materna e infantile, prevenire la diffusione di malattie infettive e promuovere comportamenti sanitari (tra cui le vaccinazioni e altre strategie preventive).

Uno dei problemi principali da affrontare è proprio la formazione continua dei CHW e il loro sostegno dal punto di vista economico, in modo da rendere sostenibile a medio-lungo termine il loro operato. Infatti, ad oggi, i governi non prevedono stipendi per tali figure che sono una via di mezzo tra volontari e personale paramedico. Molte Organizzazioni Non Governative prevedono dei corsi di formazione di una decina di giorni l’anno, fornendo rimborsi per tali corsi ma senza prevedere uno stipendio mensile per il loro operato.

Surf4Children Onlus in Sierra Leone

Surf4Children è impegnata in Sierra Leone dal gennaio 2016 dopo oltre un anno di programmazione e progettazione insieme a Michael Tucker, capo villaggio di Bureh Town, e Shane O’Connnor, dipendente presso Unicef Sierra Leone, che ha supportato il villaggio di Bureh Town nella fondazione del Bureh Beach Surf Club.

La nostra organizzazione supporta il villaggio di Bureh Town, situato sulla costa Atlantica nella Western Area, con una popolazione di circa 500 abitanti, sprovvista del più basilare centro di salute, il più vicino dei quali dista circa 10 minuti in macchina/moto, se disponibili, senza corrente elettrica né acqua corrente. In particolare, la fonte di acqua è un piccolo ruscello situato nella parte alta del villaggio, oppure la pioggia durante la stagione delle piogge.

 

Di seguito, alcuni dettagli dei nostri progetti in Sierra Leone.

Prevenzione, Salute Primaria materno-infantile,

malattie croniche dell’adulto,

tramite i Community Health Workers

Alcune mamme e bambini di Bureh Town durante il programma di vaccinazione
Alcune mamme e bambini di Bureh Town durante il programma di vaccinazione

Obiettivi

L’intervento mira a creare un sistema di prevenzione e salute primaria nel villaggio di Bureh Town tramite un intervento di formazione e supporto dei Community Health Workers, rivolgendo un’attenzione particolare ai gruppi più vulnerabili: donne in gravidanza e bambini sotto i 5 anni, tra i beneficiari dell’iniziativa  “Free Healthcare” lanciata nel 2010 dal governo, in primis, ma senza dimenticare le malattie croniche dell’adulto.

 

Cosa stiamo facendo

Lavoriamo nel villaggio di Bureh Town per migliorare la qualità dei servizi di assistenza primaria e prevenzione, affiancando e sostenendo economicamente i CHW nel loro percorso di formazione.

Per migliorare le prestazioni offerte e rende il progetto sostenibile a medio-lungo termine, proponiamo un programma di formazione continua dei CHW che prevede l’organizzazione di sessioni di formazione mensili da parte di medici specialisti volontari.

In particolare, fianco a fianco con i CHW, ci occupiamo di:

  • Diagnosi e terapia della malaria in tutte le fasce di età
  • Diagnosi e terapia della gastroenterite e disidratazione in tutte le fasce di età
  • Diagnosi e terapia della polmonite in tutte le fasce di età
  • Diagnosi e terapia della congiuntivite in tutte le fasce di età
  • Diagnosi e terapia della ustioni e infezioni cutanee in tutte le fasce di età
  • Diagnosi e terapia dell’anafilassi in tutte le fasce di età
  • Diagnosi e terapia sintomatica in acuto delle convulsioni in tutte le fasce di età
  • Screening per la malnutrizione infantile e sua gestione con plumpynut in collaborazione con il centro di salute di Kent (cittadina a circa 10 minuti di auto da Bureh Town)
  • Screening per malattie infettive e non che richiedono assistenza in centri specialistici
  • Monitoraggio della crescita e delle tappe di sviluppo neuro-motorio
  • Monitoraggio e supporto alle vaccinazioni
  • Somministrazione semestrale di massa di Vitamina A e anti-parassitari in tutti i bambini < 5 anni
  • Visite prenatali
  • Assistenza al parto naturale
  • Diagnosi di complicanze ostetriche e loro invio nei centri di riferimento per parto cesareo
  • Educazione sessuale e planning familiare
  • Supporto nella costruzione della clinica di assistenza primaria materno-infantile
Skin infections
Skin infections
Burn
Burn
Malaria
Malaria
Plumpynut
Plumpynut

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monitoraggio dell’operato dei CHW

Surf4Children Onlus si occupa di garantire ai CHW incentivi finanziari e non finanziari che hanno dimostrato di influenzare il comportamento e l’atteggiamento di CHW in modo positivo . Essi sono un meccanismo importante che può essere impiegato per premiare, trattenere, motivare, coinvolgere e persino migliorare le prestazioni dei CHW.

 

Cosa puoi fare tutrattamento per la malaria

Con soli 5 euro puoi curare un bambino con malaria non complicata.

IBAN: IT66E053080380

0000000004553

 

 

 

 

 

Accesso all’acqua sicura a Bureh Town

Surf4Children Water filters at Bureh Beach Surf Club
Surf4Children Water filters at Bureh Beach Surf Club

Obiettivi

Il sistema idrico di Bureh Town è molto carente se non inesistente. Gli abitanti si riforniscono di acqua riempiendo i secchi in un piccolo torrente, oppure riempiendoli di pioggia durante la stagione delle piogge. Non è un caso che la diarrea sia una delle prime cinque cause di morte nei bambini di età inferiore ai 5 anni.

Cercare di aiutare Bureh ad avere accesso ad acqua sicura per bere e cucinare è uno dei nostri obiettivi principali del progetto Surf4Sierra Leone

 

Cosa stiamo facendo

Surf4Children Onlus fornisce agli abitanti di Bureh Town un sistema di filtri semplice e sostenibile, della durata di cinque anni, ciascuno dei quali è in grado di fornire una quantità di acqua sufficiente per 100 persone al giorno, e in grado di eliminare batteri e parassiti.
Ad oggi, abbiamo installato dieci filtri, sufficienti per una popolazione di 1000 abitanti, in zone strategiche:

  • 2 filtri nella scuola materna
  • 2 filtri nel centro del villaggio, in prossimità della dimora del capo villaggio
  • 1 filtro alBureh Beach Surf Club
  • 3 filtri a ciascuno dei CHW, che vivono in zone con molti bambini
  • 1 filtro in prossimità dell’organizzazione dei Giovani del Villaggio
  • 1 filtro nella zona nord del villaggio, la meno popolata ma la più povera
Surf4Children Water filters
Surf4Children Water filters
Surf4Children Water filters
Surf4Children Water filters

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa puoi fare tu

Con 50 € puoi regalare a Bureh Town un filtro, in grado di offrire acqua a 100 persone al giorno. Di seguito il link per la donazione

http://www.wavesforwater.org/courier/surf4sierraleone-cleanwater-surf4children

 

Supporto del Bureh Beach Surf Club

Bureh Beach
Bureh Beach

Obiettivi

Fondato nel 2012, il Bureh Beach Surf Club (BBSC) è il primo e unico surf club della Sierra Leone, fondato e gestito interamente dai ragazzi nativi di Bureh Town.

Scopo del BBSC è quello di contribuire ad aumentare il turismo in questa zona, offrendo lezioni di surf e noleggio di tavole, così come alloggio, cibo e bevande.

Tutti gli introiti sono utilizzati al 100% per la comunità, sotto forma di salari, sovvenzioni, supporto per pagarsi gli studi e per l’acquisto di beni e servizi locali. Il BBSC è gestito attualmente da 21 persone locali.

Cosa stiamo facendo

Surf4Children Onlus supporta attivamente il BBSC credendo nello sport in generale, e in questo progetto, come importante fonte di socio-sanitario sostenibile del villaggio.
In particolare, Surf4Children Onlus :

  • Filtri per l’acqua
  • Promozione del turismo surfistico e non dall’italia alla Sierra Leone
  • Supporto con attrezzature tecniche surfistiche di ogni tipo
  • Supporto con strutture di salvataggio
  • Training di Basic Life Support

 

Bureh Beach Surf Club
Bureh Beach Surf Club
Bureh Beach Surf Club
Bureh Beach Surf Club

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa puoi fare tu

Puoi donare una tua tavola da Surf, anche usata, costumi, paraffina, o altre attrezzature. Surf4Chidren Onlus si occuperà delle spese di spedizione e della consegna diretta sul posto.

Se sei interessato, contattaci su volontario@surf4children.it oppure surf4children@gmail.com